23/ago/2013

Half moon manicure

Ecco la mia prima half moon, nail art molto popolare negli anni '20 e '30. Da un po' è tornata di moda, pare grazie a Dita von Teese. Consiste nel colorare diversamente dal resto dell'unghia la lunula, ovvero la mezzaluna biancastra alla base dell'unghia. Si nota soprattutto nel pollice, nelle altre unghie può essere così piccola che è impossibile da vedere, ovviamente non bisogna per forza seguire la lunula naturale dell'unghia, se ne può creare una del tutto nuova.
Trovo sia molto bella ed elegante, un'alternativa alla classica french manicure (che personalmente non sopporto!).

il metodo più semplice e più usato per realizzarla è usare come stampi per la nostra mezzaluna i salvabuchi che si usano per i quaderni ad anelli. Si attacca un salvabuco per unghia, a formare un semicerchio e si colora il resto dell'unghia. Quando lo smalto non è più liquido (ma nemmeno asciutto) si rimuovono e si colora il resto. Si possono sempre fare dei piccoli aggiustamenti con un pennellino.
Io ho cercato salvabuchi per tutta casa, me non ne ho trovati, quindi ho dovuto farla a mano, per questo il risultato non è perfetto, ma volevo assolutamente provare questa nail art!
Consigli: spesso si gioca sul contrasto glitter/opaco oppure si fa un'accent scambiando i colori su una sola unghia!







16/ago/2013

Fenicotteri (Flamingos)

Non so il perché dei fenicotteri, sono belli, simpatici, colorati. Questa è la nail art che ho realizzato il pomeriggio prima di partire per il mare,  è durata un'intera settimana tra spiaggia e sale senza rovinarsi molto, si è solo opacizzata dopo un po', ma il disegno è rimasto intatto. Sono molto soddisfatta del risultato e mi mettono allegria! :)

Ho scelto un turchese per le unghie senza fenicotteri, e un colore azzurro più chiaro per le restanti, così che il disegno risaltasse di più. Non ho usato un bianco sotto il rosa perché la base era chiara, ma se volete usare una base più scura consiglio di farlo, altrimenti il colore dei fenicotteri non verrà come l'avete immaginato!






28/lug/2013

Daisy

Questa volta volevo qualcosa di delicato. Di solito non ci vado troppo sul sottile con le unghie (è più facile vedermi con degli unicorni colorati che con dei fini fiorellini di campagna), ma volevo provare a realizzare qualcosa di diverso dal solito per me.
Ecco quindi delle leggiadre margheritine con venature blu su sfondo azzurro/verde acqua. Da vicino si vedono molte imprecisioni e diversi sbagli, ma come ho detto era la prima volta che provavo a disegnare dei fiori "delicati". Per sfumare bianco e blu ho provato a sciogliere un po' lo smalto con dell'acetone dopo averlo applicato, se vedevo che il risultato sarebbe stato troppo spigoloso.
Spero che vi piacciano!



27/apr/2013

Galaxy Nails

Buona sera!
Ecco come promesso le galaxy nails. Dopo la base ho steso il mio nuovo smalto nero preso con i buoni della pagina facebook di kiko (e chi non ha fatto iscrivere padri, madri, fratelli ecc ecc per aggiudicarsi gli smalti gratis?). Per realizzare questa nail art non sono necessari pennelli, ma basta una spugnetta da make up.
Prima di colorare la galassia disegnamo la forma con lo smalto bianco, sempre usando un pezzetto di spugna preso con una pinzetta. Ricopriamo il bianco con il giallo, anche con i brillantini, poi sfumiamo i bordi con il rosa e aggiungiamo un po'di blu. Possiamo aggiungere delle piccole stelle con uno stuzzicadenti ed uno smalto bianco, ma il tocco finale lo darà lo smalto glitter passato su tutta l'unghia! Quello che ho scelto io ha brillantini di diverse dimensioni, oro e rossi e trovo che sia perfetto per questa nail art.






03/apr/2013

Doctor Who / Galaxy Nails




Ciao a tutti, questa nail art è un esperimento, vale a dire che era da un sacco che provavo a fare le galaxy nails e non ci ero mai riuscita, ma avevo anche promesso a qualcuno che prima o poi avrei fatto qualcosa sul tema Doctor Who (che dopotutto viaggia nel tempo e nello spazio).

Mi piace molto com'è venuta la bandiera inglese, l'ho fatta con uno di quei pennellini sottili e lunghi. Riguardo al tardis (la cabina telefonica/nave spaziale del dottore) facciamo finta che non esista. Non mi piacciono né la realizzazione né la scelta dei colori... da dove l'ho tirato fuori quell'azzurro?! Per non parlare delle finestre arancioni.

Finalmente posso dire di essere riuscita a realizzare delle galaxy nails degne di questo nome. Non descriverò il procedimento ora in quanto ho intenzione di rifarle, quindi saranno nel prossimo post! 
L'anticipazione che mi sento di fare però è questa: NON provate ad usare una spugna per i piatti invece di quella da trucco, non verranno!


04/set/2012

tribal nails

Ciao!

Sono tornata e l'ho fatto con un semi-classico: le tribal nails! Dico "semi" perchè come disegno sono piuttosto famose, ma non eccessivamente.
Personalmente mi piacciono davvero tanto, anche se per farle ci vuole molto tempo.
è stata la prima volta che ho provato ad usare i colori acrilici al posto dei soliti smalti. So che molte usano quelli da sempre, ma non avendoli non avevo mai iniziato. Come tentativo non è stato il massimo, i colori acrilici non mi hanno pienamente soddisfatta, non so se per il tipo di colore, perché era la prima volta che li usavo o per qualche altro motivo... dovrò riprovarci.
Altro fatto non indifferente, si sono rovinate subito e non ho capito se è stato per i colori o per il top coat (che devo decisamente cambiare).









PS: se qualcuno ha un top coat da consigliare è il benvenuto!

11/lug/2012

Dark side of the moon

"papà ti piacciono le mie unghie con i Led Zeppelin?"
"perchè non fai quelle con i Pink Floyd?"
Questa nail art è tra le mie tre preferite di sempre, oltre al soggetto, se non dovessi conoscere la copertina dell'album la troverei una bella nail art comunque. Chi resiste ad un arcobaleno con colori così forti su sfondo nero? Insomma... è fantastico!
Tanto per ridere un po', la nail art non è piaciuta solo a me, hanno apprezzato anche le due signore anziane che ho incontrato sul treno e che "mi hanno fatto compagnia" per un'oretta. Dopo aver spettegolato sulle mie scarpe, sulle mie gambe e sui miei capelli, sono passate alle unghie facendomi i complimenti, poi sono tornate a spettegolare sulle "bambine che viaggiano in treno da sole". A questo punto mi è toccato zittirle replicando che in effetti ho quasi vent'anni...


Passando agli smalti: il nero di essence è veramente bello, come promesso ha un effetto lucidissimo, non sembrava quasi di indossare uno smalto nero (che dal mio periodo punk-dark-mezzo emo non credo metterò più da solo). Per l'arcobaleno è meglio creare una base bianca, così i colori risaltano molto di più, poi bisogna armarsi di tanta pazienza.
Un consiglio: per organizzare meglio lo spazio non sono partita dal primo colore e poi scesa fino all'ultimo. Sono partita dal primo (rosso), poi ho usato il viola, poi l'arancione e così via. In questo modo è stato più facile fare righe dello stesso spessore e non ritrovarsi a metà con lo spazio finito.