04 set 2012

tribal nails

Ciao!

Sono tornata e l'ho fatto con un semi-classico: le tribal nails! Dico "semi" perchè come disegno sono piuttosto famose, ma non eccessivamente.
Personalmente mi piacciono davvero tanto, anche se per farle ci vuole molto tempo.
è stata la prima volta che ho provato ad usare i colori acrilici al posto dei soliti smalti. So che molte usano quelli da sempre, ma non avendoli non avevo mai iniziato. Come tentativo non è stato il massimo, i colori acrilici non mi hanno pienamente soddisfatta, non so se per il tipo di colore, perché era la prima volta che li usavo o per qualche altro motivo... dovrò riprovarci.
Altro fatto non indifferente, si sono rovinate subito e non ho capito se è stato per i colori o per il top coat (che devo decisamente cambiare).









PS: se qualcuno ha un top coat da consigliare è il benvenuto!

11 lug 2012

Dark side of the moon

"papà ti piacciono le mie unghie con i Led Zeppelin?"
"perchè non fai quelle con i Pink Floyd?"
Questa nail art è tra le mie tre preferite di sempre, oltre al soggetto, se non dovessi conoscere la copertina dell'album la troverei una bella nail art comunque. Chi resiste ad un arcobaleno con colori così forti su sfondo nero? Insomma... è fantastico!
Tanto per ridere un po', la nail art non è piaciuta solo a me, hanno apprezzato anche le due signore anziane che ho incontrato sul treno e che "mi hanno fatto compagnia" per un'oretta. Dopo aver spettegolato sulle mie scarpe, sulle mie gambe e sui miei capelli, sono passate alle unghie facendomi i complimenti, poi sono tornate a spettegolare sulle "bambine che viaggiano in treno da sole". A questo punto mi è toccato zittirle replicando che in effetti ho quasi vent'anni...


Passando agli smalti: il nero di essence è veramente bello, come promesso ha un effetto lucidissimo, non sembrava quasi di indossare uno smalto nero (che dal mio periodo punk-dark-mezzo emo non credo metterò più da solo). Per l'arcobaleno è meglio creare una base bianca, così i colori risaltano molto di più, poi bisogna armarsi di tanta pazienza.
Un consiglio: per organizzare meglio lo spazio non sono partita dal primo colore e poi scesa fino all'ultimo. Sono partita dal primo (rosso), poi ho usato il viola, poi l'arancione e così via. In questo modo è stato più facile fare righe dello stesso spessore e non ritrovarsi a metà con lo spazio finito.










20 giu 2012

Led Zeppelin / rock nail art

Come promesso, ecco la nail art di cui vi avevo parlato. Qualcuno su facebook ha indovinato subito di cosa si parlasse (non che fosse difficile, conoscendomi) ma sono state scambiate anche per "pura fantasia?", "futurismo" e "il simbolo di streghe!".
Comunque dall'ultimo post lo smalto si è rovinato ancora di più, mi vergogno quasi a mostrarle.
Tornando alla nail art, ho attaccato da poco nella mia cameretta un poster enorme dei Led Zeppelin. Era da un po' che non ero ispirata e non sapevo cosa dipingere, ma un giorno mi sono guardata intorno ed eccolo lì!
Come ho fatto a non pensarci prima?! Non mi interessava se sarebbe stato difficile, se non avevo tanto tempo... ormai dovevo farmi le unghie con i loro simboli!
In effetti è stato più difficile del previsto disegnare tutti quei piccoli cerchietti incrociati fra loro, ma sono molto soddisfatta del risultato, smalto rosso a parte: avevo uno smalto vecchissimo, secco, che filava e che avevo già allungato con l'acetone... non vi dico per stendere la base... ma non mi sono arresa, ero troppo esaltata!


pollice: Jimmy Page, indice:  John Paul Jones, medio: John Bonham, anulare: Robert Plant,

                                 


questa era la mano sinistra, quella "conservata meglio"                        
   
                         



e l'altra...



.

16 giu 2012

un piccolo aggiornamento

Ciao a tutti!


Sentivo il bisogno di fare un piccolo aggiornamento del blog, non sono stata molto produttiva negli ultimi tempi, ho realizzato qualcosa ma niente degno di nota, anche se... ho pronta una nuova nail art "rockeggiante" da mostrarvi!
Il problema è che non ho la fotocamera con me, ed il mio cellulare non fa foto decenti, quindi ora che tornerò a casa e fotograferò le mie unghie saranno un (bel) po' rovinate e vi chiedo scusa in anticipo.


Vi lascio con un paio di nail art di questo periodo fotografate dal cellulare, come potete capire sono decisamente negata con le water marble, perchè questa era la terza volta che provavo, e tra l'altro ho dimenticato di mettere un colore come base quindi si vede l'unghia sotto... Riguardo alla seconda, nei primi giorni di caldo mi viene sempre in mente la mia bellissima esperienza in barca a vela, ed ecco il (poco creativo) risultato.

una water marble verde venuta molto male

una nail art decisamente poco originale (ma che dovevo provare)

27 apr 2012

pop comics

Ciao a tutti!

Occasione: la mia prima visita a Milano. Volevo assolutamente fare qualcosa di particolare ed ero indecisa tra la nail art su batman, quella sui supereroi in generale, ed una sui fumetti. La prima l'ho scartata per questa volta, non era abbastanza colorata per Milano, e io ero esaltatissima per la visita. La seconta l'ho scartata perchè ci sarebbe voluto molto molto tempo per completare tutti i particolari, ed era già sera, quindi ecco l'ultima opzione :)

Sono tornata con una nail art che mi ricorda lo stile pop, perché è colorata e prende spunto dalle vignette dei fumetti. Ho scelto dei colori pastello e matte, e nelle vignette sono scritte le tipiche esclamazioni dei fumetti (a parte PTOF, quello è il titolo di un album, ma arrivata alla seconda mano ed alla penultima unghia avevo finito la fantasia)!
Pensavo che fare il bordo delle vignette bianche sarebbe stato difficile, invece sono rimasta sorpresa. Il difficile è stato organizzare lo spazio per far stare le scritte all'interno della vignetta, ma soprattutto la P, la B e la G: loro mi hanno fatta impazzire!
Per chi si chiedesse cos'è quello sgorbio a forma di spirale sull'anulare della mia mano sinistra... sì è la G...

Ringrazio Anna per le foto, il caricabatterie della mia macchina fotografica si è rotto.




27 mar 2012

floral pattern

Ciao a tutte!
è arrivata la primavera, fa già caldo, sono sbocciati i fiori e i prati si sono colorati di un bel verde acceso! Questo è il mio periodo preferito dell'anno: colorato e non troppo caldo né freddo.
Se avete dato un'occhiata alle nuove collezioni primavera/estate nelle vetrine, avrete notato che sono piene di fiori colorati. Conoscendomi non credo che riuscirei ad indossare gonne o maglie con stampe del genere, ma perché non trasformarle in un accessorio?


                           


Come sfondo ho scelto un colore per il quale andavo matta l'estate scorsa: il turchese (l'altro era il lilla). Per le roselline non dovete assolutamente essere precise: fate dei cerchi (molto irregolari) con il rosso e quando questo si è asciugato con un pennellino o uno stuzzicadenti fate delle righette bianche a semicerchio, dall'interno all'esterno. Le foglioline sono due per fiore, girandole cercando di occupare tutti gli spazi vuoti. Il colore è "kelly green" della nuova collezione di Pupa e credo che diventerà uno dei miei preferiti di questa stagione: mi ricorda il gelato alla menta! 





11 feb 2012

Giacomino (Jack) e la pianta di fagioli

Jack è inviato dalla madre vedova a vendere una mucca. Il ragazzo vende l'animale a un macellaio per un pugno di fagioli colorati. Quando rientra a casa, la madre, su tutte le furie per l'ottusità del figlio, getta i fagioli dalla finestra.
Il mattino seguente, è spuntata un'enorme pianta di fagioli. Jack si arrampica su per la pianta e trova il castello di un gigante. All'arrivo del gigante che dice: "Ucci, ucci sento odor di cristianucci", il ragazzo si nasconde.
Jack osserva la moglie del gigante preparare una lauta cena per il marito e vede una gallinella rossa che depone un uovo d'oro. Quando il gigante si addormenta, Jack prende l'uovo.
Il giorno dopo, si arrampica di nuovo sulla pianta e stavolta ruba la gallina dalle uova d'oro. Infine, la terza volta, Jack si appropria dell'arpa del gigante, ma lo strumento chiede aiuto e il gigante si lancia all'inseguimento giù per la pianta. Il ragazzo abbatte il tronco e il gigante muore.


Ciao!

Dopo l'esame di biologia, sono tornata con questa nail art che definirei decisamente particolare.
L'idea è nata da una nota letta sul gruppo facebook del giornale Love Nails, che suggeriva di creare una nail art ispirata ad una fiaba. Non sono riuscita a realizzarla in tempo (speriamo almeno che l'esame sia andato bene...) ma ho voluto farla ugualmente!
L'idea di dipingere questa fiaba è stata di mia zia, con cui ho pensato come farla :) più che altro ci abbiamo messo un po' a capire in che ordine metterle...

Quindi vi presento Giacomino e la pianta di fagioli!


Inutile dire che se volete ricreare una nail art di questo genere dovete armarvi di tanta pazienza, tempo, e ovviamente servirà un pennello con le setole lunghe e sottili (meglio se ne avete più di uno). 
Se volete sarebbe carino fare il cielo sfumato verso un colore più scuro. Per la pianta di fagioli ho abbinato due verdi diversi, in modo da renderla più realistica, consiglio comunque di cercare una foto per guardare le foglie, perché sono piuttosto larghe alla base. 
Le nuvole  si intensificano andando verso l'alto e le ho realizzate con un pennello un po' più largo, ma potete usare una spugnetta.


Il castello (che non è propriamente dritto perché ho tentato di mettere la giacca quando il top coat non era ancora asciutto... ehm...) poggia sulle nuvole, come quelle realizzate sulle altre unghie.


... e lui è Giacomino! Per i vestiti scegliete un colore che non avete ancora usato, ma che comunque crei contrasto con il cielo e la pianta. Fate la base della pianta più grossa delle altre unghie, e senza foglie.

Un altro consiglio: trovo che sia più carino se la pianta "continui" tra un'unghia ed un'altra, quindi consiglio prima di iniziare a dipingere un'unghia, di affiancare quella precedente e segnarsi dove bisogna iniziare.

28 gen 2012

aggiornamento

Non sapevo che la biblioteca di quartiere fosse ispirata alle mie unghie! Ok, forse è il contrario... ok, forse nemmeno quello... insomma, abbiamo qualcosa in comune!
Probabilmente rifarò meglio la nail art per rifare la foto, ora ho anche il pennellino giusto ;)

20 gen 2012

Mondrian

ciao!

Era da tempo che avevo una mezza idea di continuare con la serie ispirata ad artisti, e di realizzare una nail art alla Mondrian... ho approfittato del giorno dopo il mio primo esame all'università per realizzarla!
Non è venuta perfetta, soprattutto perchè non ho un pennello adatto a fare linee dritte, quindi le mie sono storte e di larghezza diversa. Se avete un pennello lungo e fino farete sicuramente molto prima, oltre ad ottenere un risultato migliore. Per i colori non serviranno altro che rosso, blu e giallo (oltre al nero ed al bianco ovviamente).

Per realizzarle dovete prima creare una bella base bianca, con bella intendo che deve essere uniforme e per niente trasparente, quindi prendetevi il vostro tempo e applicate lo smalto almeno due volte. La fase successiva sono le famose linee dritte... consiglio di tenere sott'occhio una serie di quadri di Mondrian mentre le realizzate, così potete avere un'idea degli schemi. Se riuscite fatele tutte diverse! Ecco il mio risultato a questo punto. Essendo mancina, vi lascio immaginare quanto siano storte le linee della mano sinistra... comunque ripeto: questa è stata la parte più difficile della nail art, ma suppongo che lo sia stata solo per la mancanza di mezzi adeguati! :)


E ora è il momento di riempire i rettangoli! Riempitene alcuni di rosso, blu e nero, ma attenzione a lasciarne la maggior parte bianchi. Inoltre non devono per forza esserci tutti i colori su un'unica unghia, potete metterne anche uno solo. Riempite anche qualche piccolo rettangolo di nero, e avete finito! Ecco il risultato finale!





14 gen 2012

Keith Haring

Ecco finalmente la nail art di cui sono più fiera. Sono appassionata di arte, quindi ho pensato: "perchè non fare delle unghie ispirate a qualche artista?", e subito mi è venuto in mente Keith Haring: sarebbero venute colorate e divertenti. Inutile dire che ci ho messo delle ore a finirle, ma penso che a vedere il risultato (a parte i mignoli, quelli sono decisamente migliorabili) ne valga la pena! 

Per farle osservate prima bene i colori che usa, non sono molti: semplicemente i primari e secondari, senza sfumature diverse o colori particolari. Quindi munitevi di rosso, blu, giallo, verde, arancione e rosa/viola. E' importante che i colori siano senza brillantini e molto forti. Prima di iniziare decidere in che modo abbinarli per ogni figura, così potrete farvi anticipatamente un'idea degli accostamenti e di che immagini volete avere vicine.

Dopo aver messo la base e colorato lo sfondo potete iniziare a fare le figure... bisogna essere precise ma qualche errorino è permesso, perché poi andrete a ricoprirlo con il bordo nero. Per quello non ho consigli se non prendersi del tempo per farlo con calma e pazienza! Mi raccomando lasciate asciugare bene le unghie prima di mettere un top coat, altrimenti trascinerete il nero per tutta l'unghia ;)




12 gen 2012

juicy

Ciao! Proseguiamo la serie primavera/estate con due nail art "succose". Non so quale preferire tra queste, ma le ciliegine danno un effetto vintage che non mi dispiace per niente :) Riguardo alle angurie (perchè si capisce che sono delle angurie vero?) pensavo sarebbe stato più difficile realizzarle, invece basta avere pazienza, ve lo assicuro! 

Dipingete le unghie di un bel rosso forte, ma non scuro. Dopodiché fate delle mezzelune bianche, per chi di voi è abituata alla la french manicure sarà piuttosto semplice, per me è stata la parte più complicata. Avendo le unghie molto corte ho dovuto "inventare" la mia linea, ma se voi le avete lunghe potete usare la vostra mezzaluna naturale (anzi l'effetto sarà migliore). Per la parte verde fate semplicemente la stessa cosa, l'importante è fare molta attenzione a mantenere una piccola striscetta bianca, ma vedrete che una volta trovato il movimento giusto non sarà tanto complesso. Per i semini, beh, non penso serva spiegarlo... stuzzicadenti!



Ed eccoci alle ciliegie! Trovo che siano più difficili da realizzare che le angurie, perchè ci sono dei piccoli dettagli da realizzare, senza i quali la nail art non sarebbe la stessa. Innanzi tutto dovete creare una base bianca (sì, avevo comprato un nuovo smalto), per cui se una passata non basta ripetetene un'altra, o altre due! Dopo che lo smalto si è asciugato bisogna fare i pallini rossi, quindi disegnateli con uno strumento adatto se siete attrezzate, altrimenti con qualcos'altro (io ho usato una penna perchè non avevo altro, ma non ve la consiglio perchè ha una punta troppo fine e vogliamo delle ciliegine un po' sostanziose!) Con un pennellino *il mio primo e unico pennellino!* disegnate i gambetti e una fogliolina per coppia. L'importante è che le ciliegine siano il più uguali e simmetriche possibile, in modo che sembrino un pattern. Se volete potete creare un punto luce su ogni ciliegina con del bianco.



Preparatevi ed iscrivetevi, che dalla prossima... si fa sul serio! ;)

10 gen 2012

It's spring time (?)

Ciao a tutte!

Siamo in pieno inverno, ma questi post iniziali riguardano nail art già fatte tempo fa, quindi perché non pubblicare anche quelle che ci ricordano periodi più caldi? Qui ho cercato di riprodurre dei fiori di ciliegio (altra nail art molto famosa), ma lo smalto bianco che avevo era di pessima qualità, per questo i fiori sono piuttosto trasparenti.
Devo dire però che vista da una distanza maggiore sembrava molto più carina che in questa foto!

Per il cielo è d'obbligo uno smalto azzurro, e per i rami un nero che ricorda i disegni in stile giapponese. Li potete realizzare con un pennellino o con uno stuzzicadenti, comunque cercate di farli tutti diversi, così il risultato sarà ancora più particolare. I fiori devono essere molto piccoli, quindi se non avete uno strumento apposta potete usare la punta di una vecchia penna (più che vecchia sarebbe meglio se fosse  scarica, dato che dopo sarà inutilizzabile ;) ). Consiglio di usare un bianco più coprente del mio!

Riguardo al tema primavera, qualcuno indovina su cosa sarà il prossimo post?



09 gen 2012

rawr!

Ok, ok, lo so, senza smalto marrone delle unghie leopardate non possono venire bene, ma l'effetto mi piace lo stesso! Che ne pensate?
Ovviamente ho utilizzato sempre i miei inseparabili stuzzicadenti per fare la parte nera, mentre per le macchie marroni potete usare qualsiasi oggetto semi-appuntito (se non ricordo male ho usato un uncinetto di mia nonna).
Riguardo allo smalto brillante per la base penso di preferirlo alla versione matte, ho usato un color oro/bronzo... consiglio di guardare su internet la foto di un leopardo prima di iniziare, giusto per rendere il tutto un po' più realistico. Stesso consiglio anche per le unghie zebrate, sono veramente molto più facili da realizzare con una foto davanti ;)



08 gen 2012

Ciao!


Sono appena tornata da un lungo viaggio in treno, quindi ecco un altro dei miei primi esperimenti, questo è comunque rimasto uno dei miei preferiti perché è molto particolare... penso però che dovendo rifare questa nail art cambierei il colore di base, probabilmente con uno più matte e aggiungerei altre righette brillanti di lato. Purtroppo diverse prove che avevo fatto a quel tempo non le ho fotografate, non potevo andare ad un ballo di maturità con farfalline e fiorellini sulle unghie, a tutto c'è un limite! :)

Per fare questa nail art ho di nuovo usato gli stuzzicadenti, e in questo caso consiglio di usare quelli piuttosto che i pennelli, trovo che l'effetto venga migliore. Basta fare una riga nera sul lato dell'unghia e con lo stuzzicadenti tirare verso il centro lo smalto, tentando di fare linee circa parallele tra di loro (non dev'essere assolutamente perfetto, quindi è molto facile). Io ci ho aggiunto delle altre righe di colore diverso per creare un po'di contrasto.


06 gen 2012

Iniziamo!


Ciao a tutte!

Spesso (soprattutto gli uomini) mi chiedono come fa a piacermi così tanto passare degli interi pomeriggi a dipingere le unghie, e insomma, cosa rispondere? È come avere dei piccoli dipinti da portare in giro, che possono cambiare a seconda dell'occasione, dello stato d'animo e del periodo.

Altrettanto spesso però mi ritrovo con la voglia di voler disegnare qualcosa di particolare, ma senza alcuna ispirazione, ed è per questo motivo che è nato questo blog!
Questo spazio servirà a condividere con altre persone i miei lavori ma soprattutto per avere un confronto con il quale potrò migliorare, trarre ispirazione e nuove idee da ciò che mi suggerirete.

Per iniziare, qui sotto vi metto uno dei miei primissimi esperimenti, le famose unghie zebrate (fatte molto tempo fa). Mi sono costate un pomeriggio tra stuzzicadenti e pezzettini di carta, sono stata lentissima... e quando avevo finalmente finito tutto ho sbattuto una mano contro una sedia, distruggendo almeno quattro unghie!